Associazione Giovani in Europa

Diventa associato
i nostri progetti

cos'è age? la nostra storia

AGE (Associazione Giovani in Europa) è un gruppo unito dal desiderio di confrontarsi con i coetanei su tematiche di attualità che sentiamo vicine e che spesso vengono trascurate. Nasciamo per favorire l'unità culturale dell'Unione Europea, senza trascurare lo sviluppo del nostro territorio, attraverso progetti e iniziative ideate specificamente per i giovani.

Trovare un'unica definizione di AGE non è semplice. Esprimiamo infatti una pluralità di interessi, idee e valori, legati dal rispetto reciproco e dal continuo dialogo.

Il nostro punto forte e, per certi versi, caratteristico è proprio la grande libertà che ogni membro ha di esprimere la propria opinione e di prendere attivamente parte a ogni decisione dell'associazione.

20152014201320122011200620052004200320022001

2015

Inizia il progetto Dat Trynda, ideato nel 2014, che prevede una serie di lezioni gratuite nelle scuole su temi di approfondimento; a causa di problemi burocratici e per la sfiducia delle scuole nei confronti del mondo associazionistico, solo poche lezioni si sono effettivamente svolte.

Sempre a inizio dell’anno viene presentato il nuovo marchio e la nuova grafica coordinata di AGE, vengono stampate le magliette, le tessere e la prima versione del nuovo sito viene messa online.

Per tutta la durata dell’anno continua a svilupparsi il progetto #Troviamoci che culmina ad ottobre con l’evoluzione nel Forum delle Associazioni, un punto di incontro e discussione tra le associazioni di Reggio Emilia gestito da AGE e dal comune.

Nel medesimo periodo nasce l’idea di riproporre l’esperienza vissuta da alcuni membri di AGE in Repubblica Ceca a dei ragazzi selezionati dalle principali scuole superiori di Reggio Emilia: nasce così il progetto Ovunque.

Per questo si prendono contatti con i camp di Olomouc, Lublino e Berlino. A causa della mancanza di fondi europei, solo il camp a Berlino si svolge come previsto.

In primavera, continuando fino ad inizio estate, AGE si occupa di una serie di tematiche sociali riguardanti l’immigrazione e l’integrazione, questo le permette di fare la conoscenza dell’associazione MondoInsieme con la quale lavorerà a stretto contatto aumentando anche i suoi rapporti con il comune.

A metà Luglio l’associazione NovaRes propone ad AGE e all’associazione DismiCrew di entrare nell’organizzazione di un progetto già avviato dall’anno precedente che ha come scopo il portare avanti la battaglia contro il caro-scuola per mezzo di un mercatino del libro usato. Entrando nell’organizzazione, AGE permette di far aprire il mercatino anche per quell’anno sopperendo alla mancanza di volontari. Il mercatino ci tiene occupati fino a Ottobre.

Dall’1 al 19 Agosto ha luogo l’IYC, ospitato a Montecavolo per questa edizione, a cui partecipa una delle nostre associate.

Da fine Agosto si inizia a progettare, sulla scia del progetto Ovunque, quello che poi diventerà lo Youth Colour Forum: un camp giovanile internazionale da svolgersi l’anno seguente a Reggio Emilia.

A inizio di Novembre parte l’organizzazione per il mercatino dell’anno 2016 e AGE diviene partner a tutti gli effetti di NovaRes al contrario di DismiCrew che lascia il progetto; con l’esperienza maturata durante questo primo anno, AGE si rivela un’utile risorsa nel migliorare vari aspetti del progetto, soprattutto nell’ambito della gestione del magazzino e delle competenze. Su proposta di AGE, il mercatino decide di dotarsi di un miglior software gestionale che risolva i molti problemi della versione precedente e permetta l’accesso ad alcune funzioni anche agli utenti stessi.

Verso fine mese riparte l’organizzazione del progetto Dat Trynda, ma sotto un nuovo nome: Didattica Open Source, seminari scolastici per gli studenti.

Torna su

2014

Durante l’assemblea dei soci annuale viene comunicata la vittoria di un bando deIl’IBC con il progetto “Le Strade della Libertà”, in collaborazione con Istoreco e ANPI-Correggio, il cui scopo era la valorizzazione dei luoghi d’interesse della resistenza contro il fascismo sui territori di Reggio Emilia e Correggio tramite la realizzazione di supporti, sia virtuali (sito online con schede descrittive) che fisici (targhe nelle varie tappe), per mantenere viva la memoria e rendere più fruibile a tutti la loro storia.

Inoltre sono stati creati percorsi tematici che passano tra vari luoghi correlati tra loro.

Questo progetto impegnerà AGE per tutto l’anno legandosi al progetto ERA portato avanti dall’ANPI provinciale.

A Gennaio prende il via anche il progetto “Du iu spik inglish?” per favorire l'apprendimento della lingua inglese coinvolgendo i giovani e spronandoli a utilizzare la lingua al di fuori del contesto prettamente scolastico, vista l'importanza dell'inglese nel mondo di oggi.

A Marzo parte “Contagio Informativo” consistente in varie serate di dibattito e confronto su tematiche d’attualità, antecedute da momenti d’informazione collettiva tramite internet.

A fine dello stesso mese si inizia ad organizzare “La Festa degli Dei”: tre giorni di vita comunitaria tra membri AGE culminanti con una festa a tema aperta a tutti, che ha avuto un riscontro molto positivo da parte dei partecipanti.

Il secondo fine settimana di Giugno, AGE partecipa come partner alla prima “Festa dello Sport Reggiano” organizzata dalla Onlus Orgoglio Reggiano.

Verso fine mese parte anche il progetto “#Troviamoci” in collaborazione con Officina Educativa, con l’obbiettivo di creare una rete di associazioni giovanili sul territorio di Reggio per aumentare la partecipazione a progetti condivisi e aumentare il reciproco sostegno.

A Luglio organizza alcuni AGEritivi per creare un momento di incontro anche nel periodo estivo.

Nella prima settimana di settembre una delegazione di ragazzi appartenenti ad AGE partecipa a un camp giovanile internazionale che si svolge ad Olomunc, in Repubblica Ceca, organizzato dall’associazione United Games of Nations-Czech Republic.

Un componente di AGE si reca a Salisburgo, dal 3 al 5 novembre, per partecipare al World Forum for Democracy, un congresso internazionale il cui topic è stato "Dalla partecipazione all'influenza: può la gioventù revitalizzare la democrazia?".

A questo evento è stato associato un follow up ad Albinea per riportare i risultati del WFD alle istituzioni della pedecollina.

Torna su

2013

Si organizzano diversi cicli di cineforum, per farsi conoscere e autofinanziarsi.

Iniziano delle collaborazioni con ANPI-Albinea e CGIL su progetti di portata nazionale e europea che per problemi logistici non vengono realizzati. Vengono sostenuti anche eventi del progetto “La strada non è una casa” organizzati dall’associazione Partecipazione.

In Agosto, due ragazze di AGE partecipano allo IYC (International Youth Camp) svoltosi in Germania, dal titolo (K)Night Life.

Viene organizzato un secondo OST dal titolo: «TU! Giovane reggiano: “A cosa stai pensando?”» tentando di coinvolgere le aziende e le scuole del territorio reggiano.

A Novembre sono iniziati i lavori per il nuovo sito online di AGE.

Contemporaneamente è partito il progetto “Protesto, Ergo Sum”, in collaborazione con Officina Educativa, il cui scopo era informare i cittadini tramite una serie di documentari e dibattiti su temi riguardanti movimenti di protesta.

Torna su

2012

Nell’ambito del progetto "Giovani Protagonisti per l'Italia e per l'Europa" viene organizzato un OST (Open Space Technology) da cui nasce la volontà di portare avanti un iniziativa nominata: "Oratorio Laico".

Nel settembre dello stesso anno, alcuni dei partecipanti all'OST ed alcuni ragazzi del Collettivo Locomotori confluiscono in AGE che viene in questo modo "rivitalizzata", proponendosi così di portare avanti il sogno di un'Europa unita da un punto di vista economico, politico ma soprattutto culturale al fine di abbattere i nazionalismi e creare un sentimento comune di rispetto e tolleranza.

Torna su

2011

Verso fine estate nasce il progetto "Giovani Protagonisti per l'Italia e per l'Europa" del comitato "Cultura e Democrazia" di Albinea il cui scopo è riunire i giovani interessati a creare dialogo e confronti costruttivi su tematiche di attualità, per rafforzare la capacità di pensare autonomamente e in modo critico.

Torna su

2006

L’associazione cessa ogni attività in seguito alla mancanza di un ricambio generazionale.

Torna su

2005

Una cinquantina di giovani di AGE partecipano al bando “Una Costituzione per l’Europa” inviando un saggio ispirato al preambolo della Costituzione Europea.

Alcuni vincono in premio uno stage al ministero per le politiche comunitarie del parlamento europeo.

Torna su

2004

AGE tramite il “Progetto Euromedia 2004” si fa promotrice dell’uso di nuovi dispositivi online per una migliore trasparenza e una miglior facilità di comunicazione operandosi per la creazione di una piattaforme virtuale chiamata AGEONLINE.NET favorendo così lo scambio culturale e le pari opportunità.

Nell’obiettivo viene aiuta da diversi enti tra cui: l’Università di Modena e Reggio Emilia,la Regione Emilia Romagna, il Comune e la Provincia di Reggio Emilia, l’ Osservatorio sulla Convenzione europea e L’associazione MEP Italia (Model European Parliament).

Ringrazia inoltre il sito europamica.it e i suoi collaboratori.

Nel novembre 2004 fa visita alla Rappresentanza della Regione Emilia Romagna a Bruxelles, conclusasi con un seminario sugli scottanti temi dell’Energia e dell’Ambiente.

Torna su

2003

Parte il “Progetto New World” tenutosi al 7 al 20 ottobre 2003, corona una fase del percorso istituzionale dell’AGE aprendo gli orizzonti verso la prospettiva mondiale.

Stavolta la meta è la sede delle Nazioni Unite a New York. Un gruppo di 65 giovani, nostri aderenti, incontrano la Rappresentanza della Missione Permanente Italiana all’ONU.

L’obiettivo è sviluppare una riflessione sul tema della Pace e su l ruolo dell’ONU, in prospettiva di una sua riforma generale che lo possa rendere più incisivo e determinante nella risoluzione delle controversie armate.

Ci accompagna la Prof.ssa Luisa Galantino.

Torna su

2002

L’Associazione Giovani in Europa diventà a tutti gli effetti un’associazione di promozione sociale (APS), il 5 Aprile 2002, di cui Marco Dallari diviene presidente.

In Luglio Age appoggia una serata benefica ‘’Gioielli Sotto le Stelle) a Villa Crocioni (Albinea) in favore di Italian Handicap Association.

In Ottobre viene organizzato un tour a Roma per incontrare tutte le più importanti istituzioni d’Italia dalla Camera al Senato, dal Ministero per le Politiche comunitarie fino al Quirinale.

Il tour prende il nome di “Progetto Roma 2002’’ nel corso del quale abbiamo avuto l’onore di parlare con Pierluigi Castagnetti, Antonio Soda, Ferdinando Adornato, Willer Bordon, Rocco Buttiglione, Carlo Giovanardi e Margherita Boniver.

Torna su

2001

L’Associazione Giovani in Europa(AGE), nasce a Reggio Emilia, inizialmente come Comitato, nel giugno del 2001, con lo scopo principale di promuovere il dialogo tra i cittadini e le Istituzioni europee per far comprendere meglio e criticamente il senso di appartenenza alla Civiltà europea e il significato dell’Unione.

Nel Novembre dello stesso anno organizza una visita guidata al Parlamento Europeo di Bruxelles con lo scopo di favorire la conoscenza delle istituzioni comunitarie e lo scambio tra popoli.

Nel corso dell’evento sono stati incontrati personailità di spicco quali: Elena Paciotti, Demetrio Volcic,Giorgio Napolitano e Renato Brunetta.

Torna su